Long Way Up & Down...
mai nome dato ad un nostro Run è stato più appropriato

Long Way Up & Down è l'appropriato nome dato al Run Matera/Faak Am See che l'amico Gino, e il suo gruppo di amici, hanno compiuto. Gino Moretti è il fumettista 'GyMo' delle strisce che per anni hanno divertito i lettori di Freeway, e che ogni tanto pubblichiamo anche noi. Questi impavidi bikers si sono fatti oltre mille chilometri in un solo giorno, sia all'andata che al ritorno! Ammirevoli, no? Gli dedichiamo una pagina

Long Way Up & Down
Siamo partiti da Matera mercoledì 9 settembre prima dell'alba, sette equipaggi per un totale di nove partecipanti, destinazione: Faaker See! Viaggiando a media 'Tutor' e sfruttando appieno la capacità del nostro Road Captain Emanuele, abbiamo percorso la bellezza di 1.100 km in 14 ore.




I due giorni passati sul lago austriaco non hanno deluso le attese: l'evento è un concentrato di tutto quello che un appassionato di moto Americane può desiderare, inoltre nel raggio di pochi chilometri è possibile correre su stupende strade alpine raggiungendo facilmente anche la vicina Slovenia (lo vedete nell'ultima foto).



Il sabato, giorno di rientro, è arrivato veloce, abbiamo preso la via del ritorno scortati dalla 'scopa' Franco, che, rimanendo sempre in coda, ha dato sicurezza a tutto il gruppo. Coccolati da una condizione meteo assai favorevole anche i 1.100 km verso casa sono stati percorsi in una sola giornata...



la piccola impresa/avventura è stata compiuta: percorrere l'Italia su e giù in sella alle nostre moto...
Perché non è arrivare, ma andare!



Dati del viaggio, che generalmente nessuno inserisce ma io trovo interessanti
Andata: partenza ore 5.00 arrivo ore 19.00
(dati relativi al mio Street Bob 2011)
Km 1.100 per 58 litri di carburante quindi 19 Km/l
Velocità media 120 Km/h
Matera-Bari SS, Bari-Udine Autostrada, Udine-Faak Am See
Ritorno: partenza ore 7.30 arrivo ore 21.00
Km 1.080 per 57 litri di carburante 19 Km/l
Velocità media 120 Km/h
Faak Am See-Bari autostrada, Bari-Matera SS

Foto e testi di Gino Moretti