Books! I migliori libri da leggere sul mondo bikers e la vita 'on the road'

Dennis Hopper - Easy Rider

di Giampiero Frasca - 142 pagine - 2a edizione (2014) - Lingua: Italiano

Easy Rider non è un capolavoro, ma è certamente il film-simbolo di un'epoca in grado di miticizzare la tematica giovanile. Ciò che lo stimato insegnante e critico cinematografico Giampiero Frasca fa è mettersi sulla strada, esattamente come fanno i protagonisti del film, per raccontarci, in un viaggio di poco più di 140 pagine, cosa ha rappresentato Easy Rider per l'America di fine anni Sessanta. Non erano anni facili per gli Stati Uniti che da una parte ostentavano benessere e, dall'altra, facevano registrare numeri da capogiro quanto a persone in stato di povertà.
Frasca, nella parte iniziale del suo libro, sfrutta Easy Rider come mezzo per raccontare, da bravo insegnate qual è, un po' di storia americana. È solo successivamente, dopo aver scaldato il lettore, che si addentra in Easy Rider film.
Attraverso le pagine del libro scopriamo molto del Dennis Hopper attore e regista, del suo essere oltremodo anticonformista al punto di essere ricordato da molti solo come un eccentrico pazzoide pur avendo, come cineasta, le capacità artistiche dei vari Peckinpah, Cassavetes, Malick e Altman. Terminato il focus su Hopper, si torna a parlare del film attraverso una carrellata di foto che vengono "esaminate" dall'autore, il quale pone sotto la sua lente d'ingrandimento anche i tanti elementi che hanno reso grande il film (tecniche di montaggio, stile documentaristico, l'uso innovativo della musica). Easy Rider è un film che o si ama o si odia e ciò è testimoniato anche da una raccolta di giudizi e recensioni "storiche" che il Frasca ha selezionato in modo tale da consentire al lettore di avere il quadro completo delle reazioni che il film di Hopper suscitò all'epoca. (testo da www.sentieriselvaggi.it) Su Amazon

Il Mangelo. Ristoranti in... moto (2014)

a cura di M. Ricciarelli - 96 pagine - Editore: Il Mangelo - Copertina flessibile - Lingua: Italiano

Il Mangelo è la più completa, la più pratica e la più divertente guida ai ristoranti di città. Raccoglie i ristoranti città per città e permette di cercare il proprio ristorante attraverso moltissimi indici: cucina etnica, di pesce, di carne, regionale, vegetariana, ma anche per fascia di prezzo, per quartiere o utilizzando le classifiche degli utenti.

"Ristoranti... in moto" è una guida che, partendo dalle città di riferimento delle guide (Milano, Roma, Torino, Genova, Venezia e Napoli), propone 10 itinerari da fare sulle due ruote, grazie alla collaborazione con Donneinsella.it, per scoprire interessanti mete turistiche e, ovviamente, gastronomiche. Ogni percorso ha una destinazione finale: un ristorante tra i più votati dai nostri lettori, ma lungo la strada segnala molte altre tappe da non perdere.
Lo trovate su amazon.it

Percepire la scienza in motocicletta

di Marco Landi - in Formato Kindle, Epub e cartaceo - 139 pagg. - 5,99 euro - (2014)

Una visione di come andare in motocicletta pensando alle scienze ma soprattutto un modo per ascoltare noi stessi, in perfetto equilibrio tra razionalità ed emozioni. Curiose analogie tra il mondo biologico e la motocicletta e aneddoti di persone che hanno amato la Moto Guzzi. Una coinvolgente passione e un pizzico di umorismo trasmesso attraverso storie realmente accadute. La percezione del paesaggio e l'avventura nel riconoscimento dei particolari con accurate considerazioni che rendono il mondo meccanico più vicino a quello naturale. Un viaggio mentale in cui il lettore percepirà pillole di scienze senza neppure accorgersi.

Tra le recensioni: ''Leggendo questo libro sembra davvero di sentire la "dolce musica" del bicilindrico Guzzi, immersi in un viaggio nella natura. Una interpretazione originalissima dell'andare in moto, una lettura rilassante ricca di spunti e curiosità.''

Lo potete acquistare in Formato Kindle, Epub o cartaceo su Amazon

Wild Angels - Dizionario dei Bikers Movies (2014)

Autore: Manuel Cavenaghi - Edizioni Bloodbuster - 224 pagine - Prezzo 25 euro

Il primo dizionario interamente dedicato alla golden age del cinema biker (1953-1974), con decine di foto di scena (ovviamente quasi sempre con la due ruote protagonista) e le riproduzioni di tutti i manifesti originali.

Montate in sella per un viaggio in uno dei filoni più oscuri del cinema exploitation: i motociclisti del grande schermo non sono stati solo i ribelli on the road di Easy Rider, ma anche, e soprattutto, i centauri sbandati e violenti modellati sulle leggende che circondano i moto club illegali. Tra gli anni Sessanta e Settanta, sulla scia del successo de I selvaggi di Roger Corman, i drive-in americani sono stati invasi da più di cinquanta bizzarre pellicole a base di duelli all'ultimo sangue, party sfrenati, incredibili chopper e bellissime ragazze. Dai biker di Facce senza Dio e Satan's Sadists, talmente brutali che farebbero impallidire quelli di Sons of Anarchy, fino ai motociclisti licantropi diLa notte dei demoni, passando le per gang di sole donne di She-Devils on Wheels e quella di afroamericani di Black Angels; senza dimenticare i veri Hell's Angels, immortalati sulle loro Harley-Davidson in film di culto comeAngeli dell'inferno sulle ruote e Angeli della violenza.

Moto, droghe, sesso e risse: la pura essenza del cinema Grindhouse! Decine di foto e la riproduzione A COLORI di tutti i manifesti originali. Si può acquistare qui.

Ribelli on the road - Moto e bikers del cinema (2013)

Autore: Alberto Morsiani - Gremese Editore, in brossura, 127 pag. - Lingua: italiano

"Ribelli on the Road" racconta il mito delle due ruote visto attraverso l'obiettivo cinematografico. Immagini, informazioni, aneddoti, curiosità, dettagli critici su centinaia di film accompagnano i lettori in un trascinante viaggio che soddisferà sia i fanatici di cinema che gli appassionati di motociclette. Con l'aiuto di moltissime foto di scena, viene ripercorsa la grande storia dei "biker movies" e dei carismatici "riders" dello schermo, dal Marion Brando de "Il selvaggio" al Peter Fonda di "Easy Rider", dal Willem Dafoe di "The Loveless" all'Anthony Hopkins di "Indian - La grande sfida", da Steve McQueen a Mel Gibson, da Mickey Rourke a Gerard Depardieu... Il tutto con grande attenzione non solo all'evoluzione di un genere di culto dagli anni '50 ai giorni nostri, ma anche al dettaglio tecnico dei modelli di moto impiegati nei vari film. "Ribelli on the Road" parla di spazi sconfinati e di affollate metropoli, di libertà e paura, di ribellione e anticonformismo, di "gang cattive" e di eroi impassibili, mettendone a "nudo" i protagonisti. Ma si parla anche di Harley e di Triumph, di Guzzi e di Ducati, di cuoio e di cromature, di corse sfrenate in pista e di solitarie cavalcate su strada. Entusiasmante e avvincente come un vero romanzo, "Ribelli on the Road" soddisferà sia gli amanti del cinema che gli appassionati delle due ruote.

One man caravan (2012)

Autore: Robert E. jr. Fulton - Traduttore: A. M. Paci - brossura, 281 pag. - Lingua: Italiano

Nel 1932, il ventitreenne Robert Fulton, fresco di laurea, durante una cena annunciò di voler fare il giro del mondo in motocicletta. Il suo scopo era far colpo su una ragazza, invece provocò l'entusiasmo e l'ammirazione incontenibile di un altro ospite, un rappresentante dello storico marchio inglese di moto Douglas, che si dichiarò disposto a fornirgli il necessario per l'impresa. Ebbe inizio così il primo giro del mondo in motocicletta di cui si abbia testimonianza. Punto di partenza Londra, meta finale New York, passando attraverso ventidue paesi di Europa, Medio Oriente e Asia, in sella a tre quintali e mezzo di gomma, cromo e acciaio, con pochi indumenti e una pistola. Un'avventura durata diciotto mesi in cui Fulton visse "un'Odissea a due cilindri", alla scoperta di mondi e culture sconosciute, in balia degli eventi e dell'imprevedibile: gli assalti da parte delle tribù pashtun al confine tra Afghanistan e Pakistan, la prigionia nelle carceri turche, molte guerre civili. Ma anche l'incontro con un'umanità che lo accolse e aiutò nei momenti più difficili. Il volume, accompagnato dalle fotografie fatte dallo stesso Fulton, è il racconto di un'avventura leggendaria che ha segnato la letteratura di viaggio moderna.

Malato di Moto - Scritti Evolutivi del Motociclista Anormale

Autore Fabio Celvini - solo in eBook (PDF), 53/80 Pagine (dipende dal formato) - 2,99 euro

Fabio Celvini ha pubblicato un e-book sul tema a noi caro, le moto e l'andare in moto. È un insieme di scritti raccolti in una decina d'anni. Il suo 'essere motociclista' è variato nel tempo attraverso varie esperienze e per ognuna troviamo qualche pagina piena di parole scritte in momenti di "ispirazione". In realtà è una specie di diario, o almeno lo è divenuto ora con la pubblicazione. Nulla di organico, non c'è continuità narrativa, si salta da un argomento all'altro, ma sempre di moto e andare in moto si parla. Forse il solo filo conduttore è l'evolversi, il divenire del suo 'essere motociclista'. Ci sono capitoli lunghi e capitoli di poche righe, momenti descrittivi e momenti introspettivi, questi ultimi significativi per l'autore.

Sinossi: Motociclisti si nasce. E in alcuni casi si diviene, nel senso che col passare del tempo cambiano la percezione delle sensazioni date dal viaggiare su due ruote ed il modo di vivere la propria passione.
In un insieme alternante di racconti e pensieri, stesi nell'arco di una decina di anni dall'autore, ritroviamo un percorso evolutivo ricco di situazioni che vanno dal quotidiano all'estremo, tutte comunque impregnate di un patologico amore per la vita su due ruote. Dedicato a tutti i motociclisti ed alle loro mogli, fidanzate e amanti che non capiscono.

L'e-book ha un prezzo di 2,99 € e può essere acquistato sul sito Amazon.itin formato Kindle, leggibile anche sul computer o altri dispositivi portatili con le applicazioni di lettura Kindle gratuite, oppure sul sito Lulu.com - Profilo Facebook

Motorcycle Club (2012)

Autore Lory666, president Hells Angels MC Milano - 207 pag.

Un libro di Lory President HAMC Milano, arrivato alla sua quarta opera, è sempre un piccolo regalo per motociclisti e appassionati di cultura biker. Con "Motorcyle club", l'autore entra nel vivo della sua esperienza di motociclista e sfrutta questa volta lo stratagemma del romanzo, raccontando la vita e il sogno di un biker, colpito al cuore dai colori e dai significati di un grande club MC.
La storia del protagonista cattura subito l'attenzione. È un ragazzo come tanti, giovane e orgoglioso ma con una una caratteristica importante: non ha paura di tenere fede ai propri impegni e ha un grande sogno, quello di far parte di un grande club. Questo libro va oltre una storia di passione motociclistica, va oltre l'avventura di un gruppo di amici che seguono un percorso comune e va anche oltre il documento su come funzionano i meccanismi dei gruppi MC. Si perché quello che colpisce di questo romanzo, è la tenacia, il cuore, la volontà di un uomo, che ha un obiettivo. "Io sapevo che sarei stato capace di sopportare qualunque fatica, che dopo ogni caduta avrei trovato la forza di rialzarmi, perché quello che avevo scoperto ad Amsterdam erano le risposte a quello che cercavo da tempo: punti fermi, impegno e serietà nei confronti di un sistema che mi affascinava e mi assomigliava". Questo dice a se stesso, il protagonista che ha capito che sta per cambiare vita. E quell'uomo trova in sé un'energia inesauribile, con la quale mette insieme amici che la pensano come lui e coltiva nella sua mente un grande disegno. E lo fa puntando al massimo: i Black Diamond, il più famoso MC europeo (crediamo che il riferimento, sia ad un altro famoso club). Il libro è in definitiva la storia di un gruppo di amici che puntano in alto ma che prima di tutto credono in loro stessi e che imparano giorno per giorno cosa significa farsi rispettare in un mondo dove ogni errore si paga caro. È una storia che unisce magicamente feste, bevute, scazzottate, insieme a fatica, obiettivi e determinazione: due cose che, per chi si ferma alla superficie, sembrano essere molto distanti. Ebbene, leggendo Motorcyle club, si capisce che non è così: appartenere ad un MC è davvero una missione, qualcosa che si sceglie per la vita e con tutto se stesso. Il libro si sviluppa fluido attraverso episodi e avventure in giro per l'Europa, sempre sulle due ruote.
"Dovrete partecipare ai nostri raduni e se richiesto dare una mano, perché queste sono le regole e tutti abbiamo fatto questo percorso. Dunque, nel rispetto di chi è venuto prima, voi farete lo stesso. Se non siete d'accordo, sparite di qua e subito!" È dura la vita per un club prospect, ma il risultato finale porterà, oltre all'agognato successo, qualcosa che a quel gruppo di amici nessuno potrà mai portare via: l'orgoglio e la consapevolezza di non aver mollato mai e la sicurezza di essere - oltre che dei motociclisti - dei veri uomini.  Recensione a cura di Roberto Parodi  -  Per l'acquisto clicca qui

Sei come la mia moto - Storie d'amore tra uomini e motociclette (2012)

Autori: Carlo Simonelli, Patrizia Rinaldi, Michele Carenini, Anna Bruni, Alberto Caputo, Mirko Sabatino, Andrea Coffami e Angelo Zabaglio - 160 pagine in Brossura - €12,00

Sei come la mia moto

I motociclisti si somigliano tutti ma a loro non devi dirlo mai. Individualisti, solitari, fratelli di una stessa stirpe di antichi cavalieri, attraversano su due ruote il mondo diviso tra cielo e asfalto e tutto il resto non esiste. Casco e tuta sono l'elmo e l'armatura con cui affrontare i loro draghi: i camion. Le loro donne sono amanti da stringere a se soltanto quando il vero grande amore dorme in garage.
Sette racconti che puzzano di benzina, scritti col vento in faccia per raccontare viaggi che forse non farete mai, sicuramente mai nello stesso modo, perché per un motociclista anche solo l'accensione è ogni volta unica. Acquisto dall'editore - oppure scontato su Amazon

Se ti abbraccio non aver paura (2012)

Autore: Fulvio Ervas, in brossura 319 pagine - Editore Marcos y Marcos

Se ti abbraccio non aver paura

Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo. La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. L'autismo l'ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio. Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare. Per anni hanno viaggiato inseguendo terapie: tradizionali, sperimentali, spirituali. Adesso partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Tagliano l'America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita. Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani. E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe rimanere in viaggio per sempre. Il titolo voluto dall'autore si riferisce al buffo aneddoto quando Andrea, intorno agli otto anni, comincia ad andare in giro ad abbracciare dei perfetti sconosciuti. I genitori, per evitare che si perda o che qualche estraneo si spaventi, cominciano a scrivergli sulle magliette dei messaggi a caratteri cubitali: il numero di telefono del padre oppure «Se ti abbraccio non avere paura». Acquista con sconto: 'Se ti abbraccio non aver paura'

Il libro nero della Rc Auto (2012)

Autore: Vincenzo Borgomeo, 180 pagine - Gratuito

Il libro nero della Rc Auto

Sicurezza stradale? Difficile parlarne con un sistema marcio che fa circolare 3,5 milioni di mezzi senza assicurazione e rende possibile avere in Italia le polizze più care del mondo e truffe record. Eppure, ridurre i prezzi per gli assicurati sarebbe facilissimo. «Il libro nero della Rc Auto», questo il titolo del saggio scaricabile gratuitamente in rete, che fa luce sul fenomeno delle truffe ai danni delle compagnie, svelando alcuni dei meccanismi che fanno lievitare le polizze. Fra assicurazioni «fantasma», vere e proprie associazioni a delinquere specializzate nell'ottenere i risarcimenti e un'approfondita analisi del «colpo di frusta», fenomeno tipicamente italiano.
Il testo di Vincenzo Borgomeo, giornalista di Repubblica, non è un libro sulle assicurazioni, ma un testo sulla "sicurezza stradale". L'opera non è un atto di accusa nei confronti di alcuno. Racconta con taglio "giornalistico" distorsioni, incongruenze e difficoltà legate all'universo assicurativo. Utilizza dati, documenti, dichiarazioni per fotografare lo stato del mondo delle assicurazioni e quale circuito perverso oggi lo presiede.

Grigio Asfalto

Autore: Di Francesco Enzo Van der Burght - copertina morbida, 210 pagine

Grigio Asfalto

Altalenante, ruvido, introspettivo quanto volutamente lasciato in sospeso. In una scenografia priva di qualsiasi collocazione geografica, un Biker sperimenta un morso di vita quasi surreale, ma imprescindibile perché darà un senso a tutta la sua storia. Fra queste pagine grida il motore di un bicilindrico all'unisono col blues, si intrecciano legami con soggetti a cui non si regalerebbe neanche un saluto. E invece l'imprevisto scandisce i chilometri del viaggio, solleva la polvere, accende domande. Non il solito resoconto sulla fratellanza, anzi, una rivisitazione surreale di un mondo scandito da valori e regole fin troppo vincolanti e sopravvalutati. In nome delle Cose Vere. Ride Free...

link per acquisto: www.lulu.com

Appele (2012)

Autore: Paolo Guidelli - 88 pagine, 9 euro

Appele

Si narrano storie vere di un gruppo di persone eterogeneo per retroterra personali, culturali, lavorativi, etc. ma che hanno in comune la passione per La Moto: la mitica Harley Davidson. Tra i gruppi di motociclisti, forse perché il nero è il loro colore predominante oppure a causa dell'immagine che i mass media ne hanno dato negli anni, gli Harleysti non lasciano indifferenti chi ha modo di incrociarli, generando sensazioni positive, a causa della manutenzione maniacale del mezzo meccanico e il rombo da questo generato, o negative, per la gran quantità di teschi presenti sia nell'abbigliamento che negli accessori. Oltre alla presentazione didascalica dei diversi soggetti che animano il gruppo, con lo scopo di far comprendere che non si tratta di loschi figuri, si narrano storie realmente accadute ad ognuno di noi. Storie che sono state raccolte in occasione dei nostri incontri al fine di sfatare miti metropolitani circa chi siano e cosa facciano quei gruppi di persone che con sole, vento o pioggia, capita di incrociare per strada.
Editore --Ibs.it

Controsole. Un uomo, un ragazzo e una moto diecimila chilometri verso est (2011)

Autore: Roberto Parodi

L'amico Roberto ci delizia con questa nuova opera, il secondo suo romanzo, il terzo suo libro... oramai è uno scrittore consolidato! Un padre che ha lasciato le certezze di un'esistenza sui binari, e anche gli affetti, per inseguire il sogno di una vita diversa. Un figlio adolescente chiuso nel suo mondo. Salgono insieme su una moto per affrontare un problema che si trova, forse, dall'altra parte del globo. Lui, il ragazzo, vuole fare qualcosa di concreto, per la prima volta; lui, il padre, vuole ricostruire il rapporto con quel figlio sfuggente. Guidano per diecimila chilometri, su una vecchia Harley che conosce le strade del mondo, attraversano un confine dopo l'altro, un paesaggio dopo l'altro, un popolo dopo l'altro - dall'Italia all'India, passando per la Turchia, l'Iran e il Pakistan. E chilometro dopo chilometro si parlano, si scontrano, si avvicinano, imparano di nuovo a volersi bene. Per sapere tutto di Roberto: www.threepercenters.it

Curve & tornanti: #6 (2011)

Gianni Giorgi (Autore), Tommaso Pini (Autore), C. Cianferoni (Illustratore)

Qualche paragrafo per completare il viaggio iniziato con C&T n°1 Appennino Tosco- Romagnolo e C&T n°2 Appennino Tosco-Emiliano, a partire da Bocca Serriola e Bocca Trabaria, per poi raccontare tutto ciò che una strada asfaltata è capace di combinare se coniugata con la bellezza della campagna Toscana. Sono le splendide curve delle colline senesi, tra via Cassia e Strada Lauretana, le pieghe tra Colline Metallifere e Alta Maremma, dove la regina è la Strada Massetana, con la sovrastante sorpresa delle curve del Monte Amiata. Senza dimenticare qualche grande classico tra i panorami aperti del Volterrano o nascosto tra i boschi del Pratomagno. La ciliegina finale sono le strade dell'Isola d'Elba, l'isola a misura di moto, cuore del Parco dell'Arcipelago Toscano. Sono circa 1500 km di asfalto + 100 km di strade sterrate, descritti nella classica chiave di C&T, tra le illustrazioni e il testo scritto dalla sella di una motocicletta, per tutti i motociclisti, dallo sportivo al turista. Diverse note aiutano a conoscere il territorio circostante ricchissimo di motivi d'interesse turistico. 128 pagine.

Curve & tornanti: #5  (2011)

Gianni Giorgi (Autore), Tommaso Pini (Autore), C. Cianferoni (Illustratore)

A partire dal Colle del Gran S.Bernardo, verso ovest C&T n°5 racconta i maggiori Passi alpini tra Italia, Francia, Svizzera e le più belle strade dell'Appennino Ligure, senza dimenticare alcuni grandi classici tutti francesi delle moto come il Col de la Bonnette, il Col d'Izoard o il Col d'Iseran. Per le enduro non manca un paragrafo sulle strade sterrate in alta quota della via del Sale. Sono circa 1500 km di asfalto + 100 km di strade sterrate, descritti nella classica chiave di C&T, tra le illustrazioni e il testo scritto dalla sella di una motocicletta, per tutti i motociclisti, dallo sportivo al turista. Diverse note aiutano a conoscere il territorio circostante ricchissimo di motivi d'interesse turistico. 128 pagine.

Sognando Jupiter. Il giro del mondo in motocicletta trent'anni dopo (2013)

Autore: Ted Simon

Per un patito delle due ruote la vita non finisce a 70 anni, anzi, si possono raggiungere traguardi incredibili nonostante gli acciacchi. È uscito un libro che ogni biker dovrebbe avere: chi ha amato il leggendario 'Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta' di R. Pirsig ritrova le stesse emozioni e la stessa filosofia di vita. 'Sognando Jupiter' è il secondo episodio di un'impresa folle e utopistica. Nel 1973 il giornalista tedesco Ted Simon, all'epoca 42enne, decide di fare il giro del mondo in sella a una Triumph Tiger 1000, percorrendo 103.000 km attraverso 45 stati. Parte da Londra il 6 ottobre 1973 e lì ritorna nel luglio 1977. Una storia raccontata ne I viaggi di Jupiter, pubblicato nel 1979. Con l'inizio del nuovo secolo, alla soglia dei settant'anni d'età, a Simon viene voglia di riprovarci, in un'ardua sfida con se stesso: può un uomo quasi vecchio, seppur in buona forma, ripercorrere la stessa strada, dove spesso il progresso non è ancora arrivato e talvolta neppure l'asfalto? Questa volta la moto è una BMW R80GS. Le emozioni sono quelle di sempre: un lupo solitario. Simon vorrebbe rifare le stesse strade di 24 anni prima, riabbracciare gli stessi amici (ma molti non ci sono più). Nonostante l'età e due terribili incidenti cui sopravvive per miracolo, Ted ci mette quasi un anno in meno. Alcuni passaggi di 'Sognando Jupiter' sono di una malinconia struggente, come se la cavalcata in solitaria attraverso i continenti riuscisse ad allontanare l'uomo dalla vecchiaia e dalla fine, eppure, allo stesso tempo, apre il cuore a chi ha voglia di continuare a sognare, incurante del tempo inesorabile. 382 pagine, in italiano

Let's ride: l'arte di andare in motocicletta  (2011)

Autore: Ralph "Sonny" Barger e Darwin Holmstrom

Let's Ride è scritto da Ralph "Sonny" Barger, figura mitica per la cultura degli Hells Angels di cui è stato a lungo il capo. Barger, nato nel 1938 a Modesto in California, è autore di diversi saggi e racconti; fino a poco tempo fa esprimeva una filosofia di vita piuttosto diversa da oggi: «Negli anni '70 la gente diceva "Guida veloce, muori giovane e lascia un bel cadavere". A quei tempi la gente diceva un mucchio di sciocchezze. Oggi, che ho poco più di settant'anni, questo motto mi sembra un'idiozia. Ho un'alternativa migliore: "Guida con giudizio, vivi a lungo e muori di vecchiaia". Mi prendo cura della mia salute. Seguo una dieta sana, faccio attività fisica ogni giorno e guido con prudenza. Non ho paura di morire, lo faccio perché più campo più posso andare in moto». Di questi nuovi principi è intriso il suo nuovo manuale dedicato a quelli che amano la moto ma che spesso non la conoscono a fondo, perché la "bestia" ha un carattere e un'anima. Non basta andare in giro tutti borchiati, customizzare o modificare i terminali. Una moto va studiata a fondo, se si rompe bisogna saperla riparare, conoscerne prestazioni e limiti. «Il mio obiettivo - scrive Barger - è trasformarvi in motociclisti per il resto della vostra vita. Non vi basterà acquistare un'Harley da 20mila dollari: dovrete lavorare sodo non solo per imparare a guidare, ma anche per apprezzare il piacere della guida. Il giorno in cui uscirete in moto non solo perché lo fanno i vostri amici, ma perché non vedete l'ora di assaporare la libertà della strada, sarete diventati dei veri motociclisti. Non guiderete perché volete guidare; guiderete perché avete bisogno di guidare».