4th Sporty Meeting

Grazzano Visconti - 22 Giugno 2019

L'immagine di copertina

Per il secondo anno la splendida corte di Grazzano Visconti ospita la 4ª edizione dello Sporty Meeting, la manifestazione dedicata a tutti gli amanti della "piccola" di casa Milwaukee organizzata dal Duecilindri Blog. Dopo il successo della passata edizione, l'attesa era tanta, il tam tam in rete dei mesi precedenti ha catalizzato l'interesse del popolo degli "sportsteristi" che sulla propria agenda ha cerchiato in rosso la data del 22 giugno.

Come si dice, 'il diavolo fa le pentole ma non i coperchi' e dopo settimane di bel tempo, l'unico giorno in cui tutto è rimesso in discussione è proprio quello dell'evento. Preoccupanti le notizie delle avverse condizioni meteo che giungevano da tutto il nord Italia, le abbondanti precipitazioni hanno frenato molti bikers a mettersi in viaggio, mentre non si sa come il borgo di Grazzano Visconti è stato miracolosamente risparmiato dal cattivo tempo. Comunque, nonostante questo la cittadella del Custom ha risposto alla grande, sostanzialmente oltre 500 Sportster abbiano posato per la foto di rito davanti al banner d'ingresso e le quasi 200 di altri modelli posteggiate nell'area No Sporty.

Molte le aziende che hanno preso parte alla manifestazione, tra i dealer ufficiali abbiamo incontrato H-D Monza, H-D Parma che ha organizzato un demo ride con i nuovi modelli, la concessionaria di Lodi Country Road e niente di meno H-D Avellino dal profondo sud con una delegazione dei Lupi Hog Chapter.
Colorato e spettacolare come sempre lo stand di 70's che riscuote ovunque si presenti un notevole successo con i suoi bellissimi caschi. Wild Hog altro marchio di prima importanza nella produzione di borse e articoli di pelle per motociclisti.
Drag Specialist che presentava i suoi prodotti di accessoristica e parti speciali del nuovo catalogo, la Metzeler forte della sua produzione di gomme dedicate alle H-D, Eagle Rider per quanto riguarda i viaggi in moto negli States, Ohlins azienda leader per ammortizzatori e Noline che commercializza prodotti per la pulizia della nostra amata due ruote. Tra le novità un'azienda molto giovane che commercializza parti di accessoristica e la possibilità per chi lo voglia, di realizzare il modellino in 3D 'custom' della replica della propria moto.

La zona più ammirata è stata senz'altro il "cyrcle", dove trovavano posto tutte le realizzazioni più particolari, sia di privati sia di officine specializzate, mezzi davvero di notevole fattura arricchita quest'anno dalla presenza di ospiti e moto arrivate dall'estero, che testimonia la qualità dell'impegno e del coinvolgimento che gli organizzatori hanno messo in campo quest'anno.

Nel pomeriggio si è svolto il consueto Bike Show, dove vengono prese in considerazione tutte le moto dei partecipanti non professionisti, quattro le categorie in gara, più altrettanti "Special Award" tra cui quest'anno anche noi del Rombo di Tuono abbiamo potuto premiare una special secondo i nostri canoni di valutazione. Per la cronaca la Best in Show se lo è aggiudicato un chopperino con telaio rigido di Stefano Vedovello dello Sbarbari Klan che ha ampiamente meritato questo riconoscimento.

Ci teniamo a sottolineare l'importante lavoro svolto dalla Duecilindri Orange Crew, una dozzina di ragazzi che animati da tanta passione, coadiuvati dai due leader Juri e Paolo, si sono prodigati perché tuto girasse al meglio, aspettiamo con impazienza l'anno prossimo perché eventi come questi contribuiscono ad avvicinare i giovane a questa cultura.

Testo e foto: Corrado RdT

clicca sulle foto sotto per vedere la gallery