27th Brescoudos Bike Week

Cap d’Agde (Francia) - dal 30 agosto al 6 settembre 2015

27th Brescoudos Bike Week

“Harley-Davidson, Custom, Goldwing, Trikes”
Una locandina vista casualmente questa estate con un simile titolo non può che rendere curiosi, non avevo mai avuto notizie di questo evento. Il programma è incredibilmente interessante ed alternativo e più che altro è la ventisettesima edizione: se sono 27 volte che fanno un raduno simile, per una settimana, al mare nel sud della Francia, in un posto famoso come Cap d’Agde, ci sarà ben un motivo, bisogna andare a dare una occhiata. Altro che occhiata…. Grandissima sorpresa, come vedremo.
Fatico pochissimo a convincere mio fratello Enrico ed Alessandro, trio ben collaudato nei climi invernali (Elefantentreffen), questa volta non farà sicuramente freddo, a Cap d’Agde, posto super turistico ad Ovest della Camargue, c’è anche uno dei più estesi e famosi campi naturisti di Europa. Partenza giovedì mattina da Torino e attraverso la bellissima strada delle montagne in discesa dal Monginevro sino alle porte di Marsiglia attraverso la Provenza e poi verso ovest sino a Montpellier. Cap d’Agde è ancora affollatissimo, sole a picco e cielo terso, incominciamo bene… Arrivati nel pomeriggio non troviamo bikers, stands o palchi… ma dove saranno? Abbiamo sbagliato qualcosa?
Proprio no: la filosofia di questo raduno, dove vi sono migliaia e migliaia di moto Harley, custom, Goldwings e trikes, è completamente diversa dai tipici grandi raduni stanziali tipo Faaker, dove tutto è concentrato in una unica location: qui ogni giorno cambia il punto di partenza dei due Run giornalieri detti ‘ballades’, che raggiungono una location per pranzo e un’altra alla sera per cena, per una settimana intera in posti sempre diversi… Tutti i giorni ritrovo e colazione dalle 9 alle 11 in un punto di raduno e partenza a Cap d’Agde ogni volta nuovo, partenza della ‘ballade’ e si arriva per fare pranzo e festa in un’altra cittadina o villaggio che vengono letteralmente invasi da migliaia di moto, musica spettacoli e bancarelle di ogni sorta. Altra ‘ballade’ nel tardo pomeriggio: arrivo in un’altra cittadina dove anche qui musica, altre bancarelle e cena per tutti. L’organizzazione è veramente ineccepibile, soprattutto per portare il mega gruppo sulle caotiche strade della costa, bloccare il traffico per far passare migliaia di moto in gruppo compatto. Una trentina di road assistants, supportati da numerosi ginnici poliziotti in moto e in macchina, fanno un lavoro veramente grandioso. Il programma prevede in uno dei giorni della settimana anche il transito, e festa alla sera, nel famoso villaggio naturista… purtroppo per noi, in questa edizione c’è stato il giorno prima del nostro arrivo.
Il numero di moto partecipanti è veramente impressionante e sono numerosissimi i trikes condotti da personaggi che dire bizzarri è riduttivo. Il sole del Sud Francese e la vicinanza del trasgressivo villaggio naturista influenzano il look bizzarro di moltissimi bikers e quello sexy di molte Ladies di ogni età che sfoggiano tenute molto provocanti. In una settimana di raduno il programma è molto vario e fluido e ci si può iscrivere giorno per giorno con 25 euro, o per più giorni a scelta con sconti progressivi. Una volta iscritti si ha diritto a una colazione (servita per tutti, modello Superrally, molto efficacemente e velocemente), partenza della ‘ballade’ del mattino alle ore 11.00 esatte, arrivo alle ore 13.00, buono pranzo per tutti, festa con musica, stands e folklore locale. Altra ‘ballade’ nel tardo pomeriggio ed altro paese alla sera, cena di nuovo per tutti, di nuovo festa, musica, stands. Pubblico locale enorme alla partenza e all’arrivo delle ‘ballades’, anche sui ponti e ai bordi delle strade c’è molto entusiasmo locale. Un evento così grande è sponsorizzato dagli enti turistici di tutte le località interessate, dai commercianti, dalle varie associazioni locali e la stampa locale è molto presente.
Siamo rimasti veramente esterrefatti dalle dimensioni complessive dell’evento, dal clima festoso del raduno, dai personaggi incredibili che si incontrano e dalle situazioni più divertenti che continuamente si verificano e abbiamo capito perché l’avvenimento è così famoso e ripetuto da decenni. In sintesi, ogni giorno per tutta la settimana sembra di partecipare ad un raduno diverso. Noi per questioni di tempo siamo arrivati giovedì pomeriggio (l’evento si svolge da domenica a domenica - n.d.r.), tenda in magnifico campeggio e abbiamo partecipato al programma venerdì e sabato ripartendo domenica. Troppo poco… Sabato notte abbiamo conosciuto il carismatico Presidente del Brescoudos Moto Club che, pur assediato da numerosi fans e bikers, ci ha offerto da bere e ci ha detto che alla domenica, giorno finale dell’evento si associano migliaia di altri bikers dal Sud della Francia e dalla Spagna… e vi sono così tante moto che all’arrivo dei primi all’ultima 'ballade' a circa 20 km, a Cap d’Agde stanno ancora partendo gli ultimi!
Che dire infine: una sorpresa assoluta ed un evento veramente splendido, in posti molto belli. Incredibile sia così poco noto in Italia. Ora che abbiamo capito come funziona, il prossimo anno sicuramente ci prenderemo qualche giorno di più, si sceglieranno i giorni più interessanti del raduno, si andrà al mare, in spiaggia naturista o normale a seconda dei gusti, e si potrà fare anche del turismo dato che fra Arles, le bocche del Rodano, la Provenza e la Camargue, le scelte non mancheranno di certo.
Arrivederci alla 28esima edizione!
Pietro Dusio Editor HOG Torino Chapter
Foto: Pietro Dusio e Alessandro Rovero

clicca sulle foto sotto per vedere la gallery