Cafè Cruiser con performance da Dragstyle: "Rhön Racer"

La prossima generazione
Custom Chrome Europe di "Café Cruiser":
Indian Scout 2019 "Bolt On and Ride" di Rhönmotor

'Rhön Racer'

29 Luglio 2019

Se si tratta di customizzare uno dei nuovi modelli Indian non vi è dubbio sul modello che domina l'attuale scena di "personalizzazione Indian", indipendentemente dal fatto che sia eseguito dai rivenditori ufficiali del marchio, customizzer indipendenti o privati che modificano la loro moto nel garage di casa: i modelli Scout potenti e leggeri hanno sicuramente ispirato costruttori e proprietari a personalizzare le loro moto. Il team Rhönmotor, di Flieden in Germania, ha costruito la sua prima moto "Bolt On And Ride" con lo sfondo della posizione del negozio: pochi negozi di motociclette si trovano a "notevole distanza" da così tante strade tortuose e curve! Rhön, Vogelsberg e Spessart non dicono molto alla maggior parte dei motociclisti italiani, ma per coloro che vivono nella zona, le catene montuose alte meno di 1.000 m. offrono molto divertimento in sella. Il "parco giochi" perfetto per uno Scout in stile Café Racer...

'Rhön Racer'

Le nuove motociclette Indian non facilitano la personalizzazione: né i 111 Big Twins né i modelli Scout introdotti successivamente sono progettati per eventuali modifiche al telaio. È "tutto o niente" quando decidi di fare un lavoro davvero radicale: buttare via la maggior parte di una moto completa sembra quasi inevitabile. E il motore Scout raffreddato ad acqua ha anche il radiatore come parte integrante del design del telaio. Il lato positivo, tuttavia, non per i produttori aftermarket, tutti i motori Indian sono così ben sviluppati che difficilmente hanno bisogno di miglioramenti interni in termini di messa a punto di parti o aggiornamenti. Chiunque abbia guidato uno dei nuovi Scout ha sperimentato un motore che in condizioni normali non può essere portato al limite. Queste macchine non hanno bisogno di alcun aumento di potenza: sono ben equipaggiate quando escono dalla catena di montaggio.

Ma questi fatti non impediscono la personalizzazione dei modelli Scout, consentono di concentrarsi su argomenti diversi e, dal punto di vista del proprietario, rende il processo molto più economico. Il risultato può essere spettacolare quanto l'audace "Café Cruiser" di Rhönmotor. I due componenti che catturano immediatamente l'attenzione quando si vede il "Rhön Racer" sono la carenatura "Café Sport" del marchio Burly e la coda Café Racer, martellata a mano da Blechfee Jochen Lehman, che le superbe parti in lamiera sono anche distribuite a livello internazionale attraverso i canali di Custom Chrome Europe.

'Rhön Racer' 'Rhön Racer'

Lo stile pulito della moto si ottiene con la combinazione ben pianificata di parti distribuite CCE che eliminano molte parti di serie "sovradimensionate". Il kit Cult-Werk monta lateralmente la targa, inclusa l'illuminazione a LED. Lo stile aggressivo è inoltre arricchito dalle "prese d'aria" 'race-inspired' di Kuryakyn, montate a sinistra e a destra sul serbatoio semplicemente incollandole sulla superficie del serbatoio dipinto, che si abbinano perfettamente. Lo stesso incollaggio viene utilizzato per applicare gli 'accenti' del telaio Kuryakyn, disponibile per alcune aree del telaio. Al "Rhön Racer" sono montati solo gli 'accenti' laterali del forcellone e del radiatore, ma il "Chin Spoiler" di Kuryakyn conferisce al dispositivo di raffreddamento dell'acqua un aspetto più aerodinamico. La carrozzeria è completata dal parafango anteriore in lamiera TXT, accuratamente adattato e rimodellato dal team Rhönmotor che ha esperienza con la personalizzazione degli Scout: diversi trofei fiancheggiano lo showroom, per non dimenticare "Victory Dealer of the Year 2012" e certificati aggiuntivi che sottolineano la dedizione ai marchi Polaris.

La posizione di guida "Rhön Racer" richiede una certa dimensione per il motociclista: sia i comandi a pedale che il manubrio sono molto più avanti, gambe e braccia lunghe sono necessarie per una posizione comoda. Lo "Z-Bar Flat" di Fehling è abbastanza largo da controllare la moto con facilità, le impugnature in gomma Avon aumentano il comfort di guida. Due delle parti nuove e piuttosto innovative si trovano a sinistra e a destra del manubrio: gli specchietti "m.view" di Motogadget in un certo senso riportano lo specchio dove è iniziata la sua storia - in un altro, è un approccio radicale, fatto solo possibile attraverso moderni metodi di produzione. La particolarità di questi specchietti per moto ultra-pulite è la superficie dello specchio brevettata: l'Alluminio stesso è la superficie dello specchio! Un design senza peso senza bordo e cornice è possibile e il corpo dello specchio stesso diventa molto sottile e leggero. Il vetro in frantumi o il vetro caduto sono un ricordo del passato e semplicemente impossibile! Le superfici convesse o concave offrono una vista ingrandita o grandangolare, qualcosa che motogadget ha imparato. Viene quindi reso resistente all'ossidazione, alla corrosione e ai graffi mediante un complesso processo di rivestimento al plasma nel vuoto. Alla premiere del "Rhön Racer" a Punta Bagna, gli specchi super sottili hanno attirato grande attenzione, il design sottile degli specchi è notevole.

'Rhön Racer' 'Rhön Racer'

Mentre il rivestimento della coda Blechfee è perfettamente adattato al serbatoio di serie, "comfort" non è una parola che viene in mente quando si guida per lunghe distanze. Questo è fornito da due ammortizzatori Öhlins S36 nella parte posteriore. Una parte importante della personalizzazione è stata lo scambio delle ruote di serie con un set di ruote Revitech "Meridian" Design. Tutti i design RevTech sono disponibili per le linee di modelli Indian, il facile adattamento viene eseguito tramite kit hub. Con le ruote di design RevTech ormai in produzione da decenni, le ruote esclusive CCE sono opzioni affidabili, approvate e completamente omologate per tutti i modelli Indian! In questo caso, un disco "Wave" Galfer è stato montato nella parte anteriore per sottolineare il carattere "sportivo", ma sarebbero anche disponibili dischi del freno con design adattato.

Il fatto che il V-Twin Indian raffreddato ad acqua sia potente quanto lo è, rende l'aggiornamento della potenza praticamente ridondante, tuttavia i miglioramenti visivi non fanno male. "Rhön Racer" è dotato di coperchio puleggia anteriore, coperchio motore destro e coperchio statore. Il coperchio del termostato viene spesso scambiato come filtro dell'aria, poiché questo è il suo punto "naturale". Nei modelli Scout questo riguarda gli strumenti di misura della temperatura per la regolazione del raffreddamento dei cilindri. Allo Scout, il filtro dell'aria è nascosto sotto il serbatoio, il filtro piatto fa parte della combinazione telaio/airbox e letteralmente invisibile. Un sistema di scarico Dr. Jekill e Mr. Hyde fornisce il suono adatto per il Café Cruiser, l'interruttore per il cambio del suono è posizionato direttamente sul manubrio.

'Rhön Racer' 'Rhön Racer'

Esaminando la gamma di modelli Indian Scout, tutte le parti utilizzate in questo progetto - ad eccezione dei poggiapiedi "Tresher" di Kuryakyn che non si adattano al "Bobber" che utilizza le pedane - potrebbero essere applicate a qualsiasi modello Indian: Scout, Scout Sixty e bobber. Il telaio e le carrozzerie avvolgibili non differiscono molto, anche l'altezza da terra (Bobber: 123 mm / Scout 135 mm) e l'angolo di inclinazione (Bobber: 29° / Scout 31°) non sono così diversi. è un dato di fatto, un cavaliere "Bobber" si trova solo 7 mm più vicino al suolo.

All'annuale giro del Col du Galibier, parte della routine dell'evento Punta Bagna, l'amministratore delegato di Custom Chrome Europe Andreas Scholz (che ha le misure per raggiungere pedane e manubrio) si è divertito a maneggiare la moto su e giù per la decima strada asfaltata (2.624 m) più alta in Europa.

'Rhön Racer' 'Rhön Racer'

Con il suo aspetto pulito - e l'eccellente maestria del "Rhön Racer" - questo Scout è destinato ad essere una grande aggiunta alla flotta "Bolt On And Ride" del 2019 e un'ispirazione per tutti i proprietari di Scout. Tutto è possibile e per la parte "Racing", aspettiamo fino a quando questo fantastico pilota vedrà di nuovo il suo terreno di casa: Le montagne di Rhön! Strade tortuose attendono fino a 950 m sul livello del mare: il cielo è il limite!

Testo: Horst Roesler (traduzione A.M.), foto: Motographer