Carlo "Sangue" Colombo: Innovatore, amante della velocità

Il customizer lecchese celebra quarant'anni di attività a Verona

Carlo 'Sangue' Colombo

Carlo 'Sangue' Colombo

14 Gennaio 2019

Presenza costante al Motor Bike Expo con le sue special pluripremiate che destano sempre grande interesse presso il pubblico e la stampa, Carlo Colombo è stato testimone della nascita e crescita della manifestazione veronese sin dalle prime edizioni. Ancora, è stato interprete e protagonista del fenomeno Custom praticamente sin dagli albori, presenziando alle maggiori manifestazioni internazionali, esplorando soluzioni tecniche coraggiose e fortemente innovative.
Cresciuto ad Asso, in provincia di Como, soprannominato sin da giovanissimo 'Sangue' per via del suo carattere sanguigno ma anche per il coraggio dimostrato alla guida. Pilota nei campionati superbike prima, poi appassionato e pilota di Dragster fino a conquistare il titolo italiano con la sua Top Gas, Carlo Colombo non ha mai rinunciato alla ricerca delle prestazioni pure e dei contenuti tecnologici anche in tema di customizzazioni.

Carlo 'Sangue' Colombo

Carlo 'Sangue' Colombo

Pioniere in molte avventure che hanno colorato la scena biker italiana (il primo a portare una Boss Hoss V8 in Italia, il primo importatore italiano di quel che sarebbe divenuto il colosso dell'aftermarket Zodiac), vanta una carriera di customizzatore iniziata a dodici anni con la moto di suo zio e proseguita, nel 1976, con la costruzione del suo primo chopper con motore Guzzi Ercole a tre rapporti. Da quando, nel 1979, decise di mettersi in proprio, Carlo non si è mai più fermato: la sua è una carriera fatta di tanti sacrifici, ma anche di altrettanti successi: i trofei vinti dalle sue Show Bike non si contano, e la sua azienda, la Asso Special Bike fondata nel 2010 insieme al socio Giorgio Galli, è sinonimo di prestazioni e innovazione tecnologica nel panorama motociclistico internazionale.

Carlo 'Sangue' Colombo

Carlo 'Sangue' Colombo

Al Motor Bike Expo 2019, Carlo 'Sangue' Colombo celebrerà proprio il traguardo dei 40 anni di attività: per lui, il tributo da parte di pubblico e colleghi è in programma venerdì 18 gennaio alle 11.30 presso il Main Stage del Padiglione 1.