Con la Bratster Custom Chrome Europe diventa "Brat-Style"

"Bolt On and Ride": la Sportster di Deathfield Choppers è un tributo al "Brat Style" giapponese

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

17 Giugno 2019

Se si cerca la definizione "Brat" si arriva a varie interpretazioni, la maggior parte delle quali descrive un bambino fastidioso, maleducato, viziato, fondamentalmente un bambino che sa comportarsi e non si cura di cosa gli dici, sia maschio che femmina, anche se nella maggior parte dei casi il termine è applicato ai maschi. Chiunque ricordi di aver visto i classici cortometraggi del film muto di Hal Roach "Our Gang", divenuto famoso come "Little Rascals", prodotto dal 1922 al 1944, ha l'immagine esatta! Qualcuno nato dopo il 2000, può dare un'occhiata su YouTube, giusto? Un negozio giapponese di Tokyo si chiama "Brat Style" ed ha sempre gradito rendere la vita dei motociclisti più miserabile di quella che sarebbe se usasse la versione stock della moto: tagliare via il parafango posteriore, gettare via la parte anteriore, ridurre al minimo il serbatoio utilizzando quelli per ciclomotori o ridimensionare quello di serie e ridurre in altezza il sedile e il comfort della sospensione. E i proprietari delle moto che ne pensano? Loro lo amano! In effetti, il "Brat Style" sta girando in tutto il pianeta. Quindi, perché non introdurlo anche in Europa?

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Il motivo per cui l'originale "Brat Style" non è molto popolare tra i negozi di abbigliamento europei è probabilmente lo stesso per un distributore come Custom Chrome Europe: si tratta di prendere parti da una moto piuttosto che montare accessori aggiuntivi, qualcosa che tutti possono fare nel proprio garage di casa, non certo un concetto di business, vero? Ma lo staff e la gestione di CCE è terreno fertile per molti appassionati di moto custom, molti dei quali creano anche loro le loro special. Infatti: i kit di abbassamento devono arrivare da qualche parte e ridurre al minimo una moto moderna con tutte le sue componenti elettriche obbligatorie è diventato più ambizioso del previsto. Custom Chrome Europe si è rivolta allo specialista tedesco di custom e hot rod Deathfield Choppers - il team, a circa 10 miglia a sud di Bonn, ha lavorato intorno a un XL 1200 Custom Sportster stock per creare un "Brat" su due ruote. Comprese molte parti di origine giapponese.

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Quello che "Bolt On And Ride" e "Brat Style" hanno in comune è l'idea di base che preserva gran parte del telaio e del motore, che è anche la necessità di omologare la moto, spesso in base alle normative nazionali. Potresti considerare il "Brat Style" come una forma delicata di "Bobbin" su una moto di serie e questo è ciò che Deathfield Choppers ha fatto alla nuova "Bolt On" della CCE. Be' quasi...

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Partendo dalla caratteristica "Brat Style", l'abbassamento del sedile, il team di Deathfield Choppers ha utilizzato uno dei famosi kit "Slammer" di Burly Brand. Questi kit includono soluzioni di abbassamento sia anteriore che posteriore e hanno il vantaggio di montare un sistema completo che è già stato regolato per essere armonico. Non devi sperimentare molle e sospensioni anteriori e posteriori, solo per scoprire che il tuo assetto non funziona su strada e devi rifare i calcoli delle sospensioni anteriori/posteriori. Burly ha tutto in un unico pacchetto! E facile da usare: per alcuni kit, le molle a forcella non richiedono lo smontaggio delle forche e possono essere installate in venti minuti - con la parte anteriore ancora sulla moto! L'intero kit Slammer è impostato per passare dalla confezione alla moto in meno di un'ora con attrezzi di base sulla maggior parte degli Sportster e Dynas. Una volta montata, la moto viene abbassata fino a 5 cm sull'anteriore e ca. 6,5 cm sul retro - un bel cambiamento. Ma il prezzo da pagare sarà la riduzione dell'angolo di piega. Alla forcella anteriore, i 'Fork Shrouds' di Lowbrow coprono i tubi forcella da 39 mm, dando un vero look Bobber. Aggiungete il faro Giappone 'Daytona' alimentato a LED e il manubrio Easyriders Japan, vedrete un front end dall'aspetto molto 'pulito'.

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Altre parti giapponesi sono il parafango posteriore Bobber corto e il parafango anteriore corto per forcelle da 39 mm, realizzate in fibra di vetro e rivestite in gel con finitura nera, entrambe di Easyriders Japan. Il serbatoio da 3,3 galloni di CCE è una contraddizione intenzionale ai principi di "Brat", anche se più piccolo del serbatoio da 4,5 galloni 'C' Sportster, c'è ancora spazio sufficiente per caricare il carburante: "Andiamo in sella a queste moto - e guidiamo anche noi le lunghe distanze", afferma l'amministratore delegato Andreas Scholz, "quando si tratta di praticabilità, prendiamo una deviazione dallo stile: vogliamo goderci il viaggio". Di conseguenza, il sedile da solista LePera "Bare Bones" è più comodo di quanto ci si aspetterebbe da un vero "Brat"...

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Parlando di purismo, il "retro-fit" del motore Sportster sarebbe anche discutibile per alcuni "Bratists" che mantengono i loro motori in stock. Il che in qualche modo ignora il fatto che molti dei loro motori venerati - Kawasaki W 650, Yamaha SR 400 e XS 650 - sono in realtà copie moderne di twins e singoli britannici. Non è il motore Sportster e non il Bratster: la storia "Bolt On And Ride" di Custom Chrome ha visto "Twin Knuckled" e Sportster con copri bilancieri Panhead che sono piaciuti molto. Questa volta, il produttore francese EMD è responsabile di una revisione completa dello styling del moderno motore Sportster. Visibili al primo sguardo: i coperchi bilancieri Shovelhead sulle teste dei cilindri. Queste non sono le copertine rocker stile Ironhead dei primi modelli Sportster fino al 1985, ma le copertine Big Twin Shovel come le moto del 1966-1984. Il nuovo programma EMD, disponibile anche da CCE, elenca un buon numero di possibili opzioni di design per le scatole a bilanciere, ma non è stato solo per l'effetto show che è stato scelto il design Shovel.

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Il motivo per utilizzare le parti EMD che catturano l'attenzione è quella di condurre l'osservatore da un'altra parte EMD nuova di zecca, che garantisce discussioni: "Electric Kickstarter" di EMD. La limitazione a soli quattro pulsanti sul manubrio è dovuta a questo componente nuovo di zecca, che si adatta a tutti i modelli Sportster a 5 marce dal 1991 al 2003, 2004-2017 e adattabile per gli Evo-Sportster a 4 marce del 1986-1990. Il cablaggio si collega ai relè di avviamento, l'avviamento a pedale non aziona l'albero del cambio - solo un interruttore interno viene azionato da una camma, che a sua volta attiva i relè di serie e il motorino di avviamento come succede premendo sul pulsante di serie. In realtà: è possibile "dare il calcio" a questa Harley a mano - se ne hai il coraggio. Per una volta, il problema non è la forza della leva, ma ciò che potrebbe essere inveito su di te in termini di scherno e disprezzo. Conoscendo la scena Harley da decenni, è ovvio che questo può 'ritorcersi' in altri modi rispetto ai pedali di kickstart originali: l'aspetto è bello, ma il purista Harley come lo guarderà? Il team CCE è pronto a ricevere tutte le discussioni, dato che porterà "Bratster" in molti eventi - e con questa configurazione, non c'è altro modo di avviare la moto se non con il "calcio elettrico". è una nuova idea, è divertente ed è un fantastico 'trucco' che aggiunge una nuova svolta ai look tradizionali. Sembra un vero kick-starter, ma è un cambiamento innovativo.

Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers

Prima di prendere in considerazione l'uso del kit 'Electric Kickstarter' di EMD, va detto che non funziona con le pedane di montaggio intermedie, né con tutti i sistemi di scarico, specialmente con quelli di serie. Fortunatamente, Bike Shop Linz ha una soluzione perfetta pronta nel catalogo CCE: La tubazione posteriore della TBL 'Hot Shot' E3 Top Chopp si insinua intorno alla cassa del motore Sportster dove è possibile montare l'E-kick. Col motore che spuntava dalla moto attraverso le parti EMD con finitura grezza e tutti i componenti giapponesi aggiunti, la moto sarebbe stata abbastanza "Brat Style", ma il team di Deathfield Choppers ha deciso di aggiungere un altro strato di arte giapponese: il lavoro di verniciatura di Katharina von der Eiche Works utilizza temi tratti dall'arte tradizionale giapponese diffondendo fiori, pesci e draghi su parafanghi e serbatoio. "Brat Style" è più l'atteggiamento del pilota che il look della moto - cosa ne pensi?

Bratster, di Deathfield Choppers Bratster, di Deathfield Choppers

Bratster, di Deathfield Choppers