Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

Al di fuori di un museo del motociclo, le probabilità di vedere una moto antica sulla strada sono piuttosto rare, e quando capita viene da chiedersi: «Come si fa a guidare quella cosa?»

Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

Il 1933 fu l'anno di produzione più basso di Harley-Davidson a causa della Grande Depressione. Furono costruiti solo 3.700 motocicli!

30 ottobre 2017

Prendiamo come esempio una Harley-Davidson VL costruita nel 1933, con motore Flathead V-twin sidevalve da 74ci, con le valvole montate nei cilindri anziché nelle teste. Il motore è accoppiato a una trasmissione a tre velocità con cambio a mano, attraverso una frizione a pedale. Una forcella Springer davanti e una sella montata su molla per compensare la mancanza di sospensione posteriore. I freni anteriori e posteriori sono a tamburo. Anche se il concetto del motore ha più cose in comune con un trattore che una motocicletta moderna, queste 'antichità' erano effettivamente in grado di raggiungere velocità oltre i 160 kmh.
Probabilmente la più grande differenza tra la serie V e ogni Harley costruita dopo il 1936 (l'ultimo anno del Flathead per far posto al Knucklehead) è la mancanza di olio ricircolante. Su questi motori, l'olio va dal serbatoio dell'olio al carter, poi nella primaria e, infine, sulla catena posteriore. In fin dei conti tutto l'olio finisce per terra, ma hai sempre olio fresco che circola attraverso il motore, cosa che non è poi male se ci pensi.
Per avere un'idea di quanto olio richiede, ci vogliono 14 litri per percorrere circa 6.000 km. Contrariamente alla credenza popolare, il motore dispone di due pompe olio meccaniche, quindi non è necessario spingere manualmente l'olio durante la guida. Ha una pompa a mano situata sul serbatoio sinistro, ma questo serve per riempire il basamento dopo aver cambiato l'olio.

Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

La procedura per far 'girare' una vecchia Harley è molto più coinvolgente di una motocicletta moderna, quando il motore parte è decisamente soddisfacente. Per prima cosa, devi far arrivare il carburante al motore. Questo VL dispone di tre serbatoi separati e di due rubinetti carburante. La metà destra del serbatoio è quello principale del carburante, col suo rubinetto. La metà sinistra del serbatoio è suddivisa in due, con l'olio nella parte anteriore e una piccola riserva di carburante nella parte posteriore che è controllata da un secondo rubinetto.
Una volta aperto il rubinetto e la benzina scende verso il carburatore, è necessario far 'muovere' il motore per ottenere carburante nei cilindri. Ciò si ottiene ruotando la manopola destra del gas, finché la valvola a farfalla è aperta, poi aprendo l'aria e calciando il pedale di accensione almeno un paio di volte. Quando si deve avviare un motore caldo, non è necessaria questa procedura per non ingolfare il motore. Questo può comportare molti più calci al pedale per rimuovere il carburante dai cilindri.

Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

Il VL ha due chiavi, una per l'accensione e una per le luci

Una volta che il motore è 'preparato', siete pronti per accenderlo. Proprio come su una motocicletta moderna, girate la chiave di accensione. Dando un quarto di gas alla manopola si rende il motore più facile da avviare e si diminuisce la possibilità del 'ritorno' del pedale di accensione (il cosiddetto "calcio indietro"). Uno o due calci sul pedale sono sufficienti per accendere il motore.

Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

Su un motore a bassa compressione come il VL, potete facilmente scalciare il pedale mentre siete sopra la motocicletta. I motori a compressione più elevati (Knuckle e Pan) devono spesso essere avviati di lato per ottenere forza sufficiente sul pedale.

Non appena il motore si accende, chiudete l'aria. Una volta che la moto si è riscaldata, è il momento di padroneggiare col cambio manuale. La frizione è controllata da un pedale a bilancia, ma a differenza delle "frizioni suicide", che alcuni customizer utilizzano per i chopper più recenti, le Harley d'annata utilizzano quella che viene chiamata "frizione rocker". Fondamentalmente, questa rimane dove la metti. Il tallone verso il basso disinnesta la frizione e la punta in avanti la impegna; quindi col tallone pigiate giù prima di inserire in avanti la prima marcia.

Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

Infine, non vi rimane che pigiare il pedale della frizione in avanti. Fatto in modo corretto, la motocicletta parte senza problemi e si può accelerare fino a circa 30kmh prima di pigiare sul pedale della frizione di nuovo per tirare la leva del cambio verso di voi e passare quindi alla seconda marcia. Altri 30kmh e siete pronti per la terza ed ultima marcia (i modelli successivi sono stati aggiornati a trasmissioni a 4 velocità).

Come guidare una Harley-Davidson d'epoca

Tutto ciò sembra abbastanza facile sulla carta, ma in pratica può essere un po' complicato. Ci sono momenti in cui si desidera utilizzare entrambi i piedi per azionare la frizione e il freno posteriore, ma questo ovviamente non si riesce a fare quando si è fermi, soprattutto su una collina.
Gli ingegneri Harley hanno compreso questo problema e lo hanno risolto aggiungendo un freno anteriore nel 1928 (appena 25 anni per capirlo!). La leva del freno anteriore è sul lato sinistro del manubrio, che libera la mano destra per far funzionare l'acceleratore. Ci vuole un po' di tempo per abituarsi a coordinare tutti i movimenti, per come siamo abituati.
Nei successivi 30 anni a questo modello, in Harley non è cambiato molto nelle loro moto; per guidare un Knucklehead o un Panhead le procedure sono all'incirca le stesse. Dal 1965, Harley ha iniziato ad installare l'avviamento elettrico e tutto è diventato molto più semplice, anche se hanno mantenuto il pedale kicker fino alla metà degli anni '80. Ora che conoscete la base, trovate qualcuno per farvi fare pratica sulla sua Harley vintage.
In bocca al lupo!