Dalla FEMA nuove regole europee per l'attrezzatura motociclistica

Fin'ora solo guanti, stivali e protezioni antiurto erano visti come dispositivi di protezione ed hanno dovuto soddisfare determinati standard

attrezzatura motociclistica

24 gennaio 2015

Ieri il Parlamento europeo ha deciso di includere tutta l'attrezzatura moto in nuove regole per la protezione individuale. Ciò significa, che nel giro di pochi anni tutta l'attrezzatura da moto che viene venduta in Europa dovrà rispettare gli stessi standard di sicurezza. Dovrà fornire una quantità minima di protezione contro l'abrasione e l'impatto.
Così come avviene oggi con stivali e guanti, ci dovrà essere un'etichetta a garantire che l'apparato è conforme alle norme europee sul livello di tutela. Ci saranno anche informazioni sulla manutenzione, lo stoccaggio e l'utilizzo.
Le norme precise e quando l'attrezzatura moto venduta in negozio dovrà soddisfare queste norme ancora non nota. Ci potranno volere alcuni anni.

Questo nuovo regolamento non significa che i motociclisti saranno obbligati ad indossare solo indumenti approvati. Il regolamento indica di vendere abbigliamento protettivo omologato e non di doverlo indossare. Per quanto ne sappiamo, la Commissione europea non ha intenzione di approvare l'uso di abbigliamento omologato obbligatorio.
Il segretario Generale della FEMA Dolf Willigers ha commentato: «Quando tutto l'abbigliamento moto soddisferà gli standard sapremo allora quanta protezione potremo ottenere. Naturalmente le nuove norme dovranno soddisfare le esigenze dei piloti... la standardizzazione è una buona cosa».

La FEMA (European Federation of Motorcyclists Associations), rappresenta i diritti dei motociclisti di tutta Europa nelle istituzioni europee e nelle Nazioni Unite ed ha la propria voce nela fase iniziale nei processi legislativi in ​​materia di motociclismo.
Maggiori info: www.fema-online.eu